Comitato cittadino
per la salvaguardia e valorizzazione
della Villa Romana del Casale

Piazza Armerina 19.04.2005

All'On. Vittorio Sgarbi
Alto Commissario per la Villa romana del Casale
Presso Soprintendenza BBCCAA
Enna

e p.c.
al dott. Maurizio Prestifilippo
Sindaco del Comune di Piazza Armerina

al dott. Basilio Fioriglio
Presidente del Consiglio Comunale
di Piazza Armerina

Oggetto: Villa romana del Casale

Egr. Alto Commissario,
il Comitato cittadino per la salvaguardia e la valorizzazione della Villa romana del Casale fu costituito da alcune delle principali associazioni cittadine (ambientalisti, culturali, sindacali, di categoria, club service) e da tutte le istituzioni scolastiche della città nel settembre del 2003 con lo scopo di esercitare una costante e forte pressione dal basso sulle autorità perché si provvedesse all'improcrastinabile restauro della Villa.

Successivamente, quando venne stanziata da parte dell'assessorato regionale BBCCA la somma di 18 milioni di euro per i restauri dei mosaici e delle pitture parietali e per gli interventi sulle coperture della Villa romana del Casale, dopo avere espresso la più viva soddisfazione, il Comitato auspicò che l'utilizzazione fosse garantita con la massima urgenza e, dopo avere avuto incontri con tutte le istituzioni coinvolte, preso atto che la progettazione a suo tempo avviata dalle strutture dell'Assessorato si stava rapidamente portando a termine, decise di sospendere le sue attività, ritenendo di avere raggiunto l'obiettivo.

Da allora sono trascorsi dodici mesi e la situazione non ha più fatto un passo avanti, mentre l'attenzione di tutti è stata spostata dal restauro del monumento alla tipologia del suo involucro e mentre è fortemente cresciuto il timore che le somme stanziate potessero andare perse.

Per questo nei giorni scorsi ci siamo riuniti di nuovo e abbiamo deciso di rinnovare l'azione di stimolo, l'impegno alla vigilanza su tutto ciò che riguarda la Villa, la valutazione delle proposte e delle azioni che la riguardano.

Oggi che si è posto fine ad un lungo periodo di incertezza istituzionale con la sua definitiva nomina ad Alto commissario, in questa sua qualità Le sottoponiamo la richiesta che da due anni abbiamo fatto a tutte le istituzioni interessate:

"i mosaici e gli affreschi hanno bisogno urgente ed indifferibile di restauri definitivi che riguardino innanzitutto l'eliminazione delle cause di degrado legate alle caratteristiche del suolo e dei sottofondi, oltre che il restauro delle superfici".

Inoltre, consideriamo di straordinaria rilevanza la scoperta del sito altomedievale di Platia che è stata fatta dal prof. Pensabene sulle aree a ridosso della Villa e per questo Le chiediamo che tali aree di scavo siano fatte oggetto della medesima attenzione posta alla Villa fin dalla prima fase degli interventi.

Certi che prenderà nella giusta considerazione le nostre preoccupazione e i nostri auspici, porgiamo fervidi auguri di buon lavoro

Piazza Armerina, 19 aprile 2005

Compongono il Comitato:
Ufficio Difensore Civico - Associazione Aquarius - Don Bosco 2000 - Gruppi Archeologici d'Italia - Italia Nostra - Legambiente - Parnaso - Piazza Grande - Università Popolare del Tempo Libero "Ignazio Nigrelli" - WWF - II Circolo didattico "G. Falcone" - III Circolo Didattico "R. Chinnici" - Scuola Media Statale "C. Cascino" - Istituto Magistrale "F. Crispi" - Istituto Comprensivo "L. Capuana" - Comitato del Quartiere Canali - Comitato del Quartiere Monte - Lions - Kiwanis - UIL - CNA

indietro

torna su